I parchi di Londra

I parchi di Londra sono veramente "ISSIMI": tantissimi, grandissimi e bellissimi. Dal momento che però non avrete l’occasione di visitarli tutti e tutti insieme vi propongo una selezione di quelli che secondo me sono i più meritevoli.

- Hyde Park: è un parco reale che Enrico VIII acquistò nel 1536 dai monaci della Westminster Abbey. Nel 1637 Carlo I lo rese pubblico e presto fu invaso dalla nobiltà e dalle numerose carrozze che lo attraversavano. Durante la Seconda Guerra Mondiale, a causa delle ristrettezze alimentari, il parco fu anche usato come campo di patate. Ha mantenuto la sua tradizione per eventi all’aperto e oggi è conosciuto specialmente per il suo Speaker’s Corner, l’angolo degli oratori. Il parco offre una grande quantità di attività all’aperto come il nuoto, la canoa sul lago chiamato Serpentine, la pesca (con regolare permesso), passeggiate a cavallo, bowling, tennis, bicicletta, concerti, una zona giochi per i bambini e ampi prati per i pigri.

Fermata metro: Hyde Park Corner, Marble Arch, Knightsbridge, Lancaster Gate

- St. James ’s Park: è il più antico e il più aristocratico dei parchi di Londra. Dal suo ponte principale si ha una delle vedute più belle di Buckingham Palace, ma si vedono anche il Westminster Palace, il St. James’s Palace e i resti di Whitehall Palace. Enrico VIII ci fece sorgere, nel 1532, un parco per daini e vi costruì un padiglione di caccia. Carlo II, ammiratore dei fasti del palazzo di Versailles, ridisegnò il parco per inserirci un canale, il Birdcage Walk e il Mall, in ghiaia, dove si giocava a pell mell, un gioco simile a pallamaglio (antenato del cricket, del golf e del croquet). Il Mall divenne in seguito una strada adibita a parate dove si celebravano cerimonie tra Buckingham Palace e Whitehall. Successivamente Giorgio IV ammorbidì le formali linee francesi con uno stile più inglese, aumentando i cespugli in fiore e i sentierini romantici. Qui potrete affittare una sdraio e prendere il sole. Insieme a Green Park, forma un’unica zona verde attorno al palazzo reale.

Fermata metro: St. James’s Park

- Regent’s Park: fu costruito nel 1811 secondo i piani di John Nash, architetto della corona, che aveva già progettato anche St. James’s & Green Park. A nord del parco, si trova la collina Primrose Hill, dalla quale è possibile avere una meravigliosa vista di Westminster e della City of London e ammirare i fuochi d’artificio durante le Bank’s Holidays. Tra le attrazioni, ci sono lo Zoo di Londra, il teatro all’aria aperta, tennis e ping pong, golf, cricket, softball, calcio, rugby, hockey, 3 aree giochi per bambini, teatro delle marionette in Agosto, uno stand con Tè da bere e molto di più.

Fermata metro: Regent’s Park, Baker Street, Great Portland Street

- Kew Gardens o Royal Botanic Gardens:oltre ad essere uno splendido parco, è anche un importante centro di ricerca botanica: qui crescono oltre 300 specie che non si trovano in nessuna altra parte del mondo. I Kew Gardens comprendono oltre ad una vasta distesa di prato all’inglese anche due notevoli serre in stile vittoriano: la Temperate House e la Palm House, in cui crescono piante tropicali provenienti da tutto il mondo compresi banani, alberi del caffè, alberi del pane, paw-paw, etc. Altra grande struttura è la Princess of Wales Conservatory, inaugurata nel 1987 dalla principessa Diana, con 10 differenti zone climatiche.

Fermata metro: Kew Garderns

- Battersea: si estende per 50 ettari sulla riva sud del Tamigi, tra i ponti Albert e Chelsea, ed è considerato da molti come il più interessante di tutti i parchi di Londra. Intorno al lago, insieme alle anatre, si avvistano aironi e cormorani e ci sono anche molte varietà di alberi e fiori. Il parco ospita il Battersea Park Children’s Zoo, il piccolo zoo dedicato ai bambini in cui si puó andare sui pony, vedere le scimmie e altri piccoli animali come conigli e maialini, ma le attrazioni in questo parco sono davvero numerose.

Fermata metro: Battersea Park

- Hampstead Heath: immenso spazio verde nel nord di Londra, si estende tra boschi, colline e prati dove vivono circa 100 specie di uccelli: alcune zone di Hampstead Heath sono state dichiarate siti di particolare interesse scientifico per l’importanza che rivestono dal punto di vista della storia naturale. Da Parliament Hill si gode di un bellissimo panorama su Londra. Alcune zone sono attrezzate per la pratica di diversi sport ma in estate ci si può rilassare andando in uno dei suoi 25 laghetti in cui è possibile fare il bagno. All’estremità nord del parco si trova Kenwood House dove, durante i mesi estivi, si svolgono numerosi concerti.

Fermata metro: Gospel Oak, Hampstead Heath

- Richmond Park: si estende nella zona a sud ovest di Londra e, oltre ad essere il più grande parco reale di Londra, è il più grande parco urbano d’Europa. L’immenso spazio verde può essere visitato a piedi, in bicicletta o a cavallo. Istituito da Edoardo II nel XIII secolo, il parco reale è rimasto praticamente immutato nel tempo. Non è difficile imbattersi in mandrie di cervi e daini che pascolano sotto gli alberi. Richmond Park è stato dichiarato National Nature Reserve, Site of Special Scientific Interest e Special Area of Conservation (Riserva Naturale, Area di Interesse Scientifico e Area di Conservazione Speciale). Potrete ascoltare musica all’ora di pranzo e nel primo pomeriggio, giocare a golf, pranzare al ristorante, andare in barca o in bicicletta ed è presente anche un’area giochi per bambini.

Fermata metro: Richmond

- Victoria Park: chiamato dai londinesi Vicky Park, è un grande spazio aperto dell’East End. Aperto al pubblico nel 1845, quest’area alberata ha laghetti, fontane, ponti, un campo da bocce, campi da tennis e molto altro ancora. Questo grande parco non è molto frequentato ed è delimitato da due canali sul lato occidentale e merdidionale.

Fermata metro: Mile End, Bethnal Green

Le Città SocialTripper : Barcellona | Roma | Parigi | Londra | Firenze | Milano

Socialtripper è un Network realizzato da New Com Agenzia Web - Roma | PI 02504700606