Alla ricerca dei graffiti di Banksy

Londra è la città dei graffiti, degli scarabocchi, dell’arte, e si può vedere un po’ ovunque, dal quartiere alternativo di Camden allo Skating Park sotto il London Eye. Quando il tutto si mescola insieme però, vuol dire che ci troviamo di fronte ad un capolavoro di Banksy.

Non importa in che zona di Londra siete, se cercate bene, troverete muri dei palazzi pieni di stencil dell’artista, che si nasconde alla luce del giorno per portare avanti la propria guerrilla art di notte, mandando dei messaggi forti contro le multinazionali, le istituzioni e la guerra.

  • Chi è Banksy. Un pacifista nato a Bristol, dove ha anche iniziato la sua carriera di graffitaro, che esprime la propria concezione dell’arte liberandosi da schemi preconfezionati, dal mondo chiuso dei critici dell’arte, da chi delibera che un’opera può essere famosa o meno. Di lui si sa poco o nulla, se non che il suo intento è quello di provocare e mettere in discussione anche i semplici luoghi comuni.
  • Le opere. Camminando per i canali che conducono a Camden ci si può imbattere in alcune suo opere come il Wallpaper Hanging o il Fishing Boy, mentre in Old Street in We Will Win o in Rat Bridge. Banksy non si è mai fermato e le sue due ultime opere si concentrano sul tema della crisi. Il primo è una scritta: "Mi dispiace! Lo stile di vita che avete ordinato è attualmente esaurito". L’altro è una donna in caduta libera con il carrello del supermercato su una parete di un edificio.

L’itinerario che vi propongo per vedere alcune delle opere di Banksy va da North London, al West End, per poi finire nel quartiere di Shoreditch.

- Camden Town. Ovunque voi siate, prendete la metro Northern Line e fermatevi a Chalk Farm. Proprio fuori dalla tube, troverete l’ormai quasi cancellato dipinto dal titolo Chalk Farm Maid (La donna di servizio di Chalk Farm), critica nei confronti dei ricchi che vivono nel quartiere. Ora camminate verso Camden Town e prendete Kentish Town Road, per poi girare dopo poco a Jeffrey’s Street sulla destra, dove potrete ammirare Tox Bubble Writer. Una volta finito di ammirare quest’opera, possiamo riavvicinarci alla stazione di Camden e proprio su Camden Street, al confine con il canale, potrete vedere il Wallpaper Hanging.

- West End. Anche se i graffiti di Banksy sono quasi tutti cancellati, noi siamo riusciti a scovarne un paio nel West End . Riprendente la Northern Line e andate alla fermata di Goodge Street. Dirigetevi verso ovest e accanto al garage della BT Tower (la torre della Telecom Inglese), che è enorme quindi non vi potete sbagliare, vicino alla fine di Clipstone Street troverete If Graffiti Changed Anything .

- Oxford Circus. Per arrivare al prossimo graffito dobbiamo riprendere la metro e scendere a Oxford Circus. Da qua, prendete Regent Street come per andare a Piccadilly e girate a destra su Conduit Street che poi diventa Bruton Street. Qui troverete Falling Shopper, su un largo palazzo di uffici in disuso a Bruton Lane.

- Shoreditch. Ultimo, ma non meno importante e degno di nota, è il Guard Dog & His Masters Voice che si trova nel quartiere di Shoreditch. Riprendete la metro, fate cambio a Bank e andate alla fermata di Old Street. Usciti dalla tube, andate proprio su Old Street, dove potrete ammirare il Giant Rat su uno dei palazzi all’inizio della via. Quando potete, girate a destra e andate su Rivington Street dove, quasi alla fine di essa, vedrete il graffito di cui vi parlavo prima.

Banksy è una leggenda a Londra e vale veramente la pena di ammirare le sue opere dal vivo. Spero il giro vi sia piaciuto!

Le Città SocialTripper : Barcellona | Roma | Parigi | Londra | Firenze | Milano

Socialtripper è un Network realizzato da New Com Agenzia Web - Roma | PI 02504700606